Menu

L'esperto risponde

Paolo C.: E’ vero che le scale metalliche sono più costose di quelle in muratura?

L'esperto

E’ arrivato il momento di sfatare questo luogo comune: la scala metallica non è più costosa di una scala in muratura, o almeno non è sempre così. Considerando gli interventi da effettuare per l’installazione di una scala in muratura (dalla gettata, al rivestimento, alla finitura, all’aggiunta di un eventuale ringhiera), nonché i costi dei tecnici legati a tali interventi, si evince come in molti casi il prezzo finale sia più alto, rispetto a una struttura metallica. In termini di tempistiche inoltre, una scala metallica necessita per l’installazione di un tempo più breve e più raccolto, in quanto viene effettuata da un’unica azienda e non da più artigiani.

Fede C.: Come faccio a essere sicura che mi abbiano venduto davvero una scala in acciaio inox?

L'esperto

Si fa presto a dire inox ma .. ricordati che esiste un modo semplicissimo per verificare che la tua scala sia stata realizzata davvero in acciaio inox. Avvicinati con una qualsiasi calamita; se riesci ad attaccarla NON è INOX!

Piergiorgio R.: Quanto deve essere spesso il cristallo di un parapetto per essere a norma?

L'esperto

Un parapetto deve riuscire a contenere un eventuale sfondamento e quindi si differenzia in funzione dell’ambito in cui ci troviamo: residenziale o pubblico. Per il residenziale uno spessore 8+8mm o 10+10mm è sufficiente per sostenere una spinta possibile di 100 kg al metro. Per un ambiente pubblico invece, i carichi di tenuta devono aumentare sensibilmente e di conseguenza non solo lo spessore del cristallo sarà maggiore (e diverso in relazione ad ogni specifico intervento) ma saranno inseriti anche mirati agganci.

Daniel F.: Che differenza c’è tra cristallo temperato a doppio e triplo strato?

L'esperto

Il cristallo temperato a triplo strato è più resistente del cristallo temperato a doppio strato. E’ importante però anche fare un’ulteriore riflessione: se sotto il gradino sono previsti dei travetti, anche un doppio strato temperato risulta un’ottima soluzione; laddove al contrario il gradino sia libero e non siano previsti dunque travetti a sostegno, il triplo strato è necessario ai fini della sicurezza. Il terzo vetro viene detto “di sacrificio” e serve proprio nel caso di una rottura, per assicurare la resistenza del gradino stesso.

Sara L.: Esistono normative a livello internazionale di cui deve tener conto una scala?

L'esperto

Esistono peculiari normative vigenti a livello internazionale (Uni 10804 e Uni 10809) che stabiliscono misure e proporzioni di una scala per interni:
- La rampa deve essere larga almeno 80 cm, con un’inclinazione compresa tra i 30° e i 60° (ad eccezione di ristrutturazioni, opere fatte in deroga a seguito di progetti presentati presso gli enti competenti o altre situazioni particolari).
- Nel caso di scale a chiocciola, il diametro non deve essere inferiore ai 110 cm.
- La distanza massima tra gli elementi – orizzontali o verticali – della ringhiera deve essere di 10 cm
- L’altezza del corrimano deve raggiungere almeno i 90 cm, a partire dai gradini.
- I gradini dovrebbero avere una pedata (cioè una profondità) di almeno 30 cm, corrispondenti alla lunghezza media del piede.
E’ importante però che tu sappia che in Italia, in alcuni Comuni, le caratteristiche di una scala possono anche essere disciplinate da Regolamenti Edilizi locali e per questo, in alcune situazioni, conviene consultare gli enti di riferimento del territorio in cui si interviene. Un tecnico esperto saprà valutare tutti questi aspetti, guidandoti verso le migliori soluzioni, alla luce e nel rispetto delle normative internazionali e locali.

Livia N.: Quanti chili deve reggere una scala in ambito residenziale?

L'esperto

Deve reggere un peso di almeno 400 Kg al metroquadro.

Sandro I.: Una scala può essere ancorata a qualsiasi parete?

L'esperto

Assolutamente no! Le pareti del vano in cui andrà a inserirsi la tua scala sono importantissime. Ricordati infatti che qualsiasi scala, per quanto robusta e di qualità, rischia comunque di cedere se ancorata a pareti non idonee! Una scala non deve solo essere guardata ma sfruttata e attraversata, magari anche da più persone contemporaneamente; per l’esattezza, deve reggere un peso di almeno 400 Kg al metroquadro in ambito residenziale. Ti segnaliamo inoltre che, nel caso la scala debba essere fissata a una parte portante condivisa da altri proprietari (pensiamo ad esempio alle pareti di separazione tra i vari appartamenti all’interno di condominii), è bene informarsi sulla necessità o meno di autorizzazioni ufficiali da parte dei proprietari confinanti.

Ilario R.: Cosa devo sapere per richiedere un preventivo corretto?

L'esperto

La tipologia di vano a tua disposizione
- Le misure del tuo vano scala (il diametro in caso di pianta rotonda o le lunghezze dei lati per tutte le altre tipologie di spazi)
- La distanza tra il piano di partenza e d’arrivo, nonché lo spessore e la stratigrafia del solaio (banalmente, com’è costruito quest’ultimo).
- Quali sono le murature portanti
- Non dimenticare inoltre di segnalare la presenza o meno di:
• finestre, porte o strutture che possano impedire il passaggio della scala
• riscaldamento a pavimento nella zona di partenza della scala

Romeo G.: Il sopralluogo di un tecnico è sempre necessario…?

L'esperto

Assolutamente sì! La “diagnosi”, vale a dire l’individuazione della tipologia di scala per interni più corretta dati l’assetto strutturale e la forma del vano, è di fondamentale importanza. Per questo, ti consigliamo di richiedere sempre il sopralluogo di un tecnico esperto; insieme a lui, potrai valutare tutte le soluzioni possibili, arrivando al giusto compromesso tra estetica e funzionalità, senza rinunciare a un aspetto fondamentale: la sicurezza.

Elisa F.: Da cosa dipendono i prezzi di una scala?

L'esperto

- Dalle misure; banalmente, più è grande, più è costosa (sia per l’aumento dei materiali che la compongono sia per il montaggio più impegnativo).
- Dalle finiture; più i materiali sono pregiati e più questi incidono sul costo finale della struttura
- Dalle murature interessate e dagli accessori strutturali necessari al fine ai ancorare la scala nel modo più sicuro

Patrizia M.: Con cosa posso pulire l’acciaio inox?

L'esperto

DPer la pulizia dei cosciali in acciaio inox, ti consigliamo di utilizzare semplicemente un panno in microfibra inumidito e di asciugare subito dopo l’intera superficie con un panno asciutto. Ricordati di non usare mai prodotti abrasivi sulla tua scala in acciaio ma unicamente prodotti specifici per l’acciaio inox.

Marco V.: Quando è bene effettuare l’ordine in caso di nuova costruzione?

L'esperto

Progettare e produrre una scala per interni – nel rispetto delle normative e nella più esaustiva comprensione degli ingombri disponibili e degli assetti strutturali – necessita tempo, normalmente intorno ai 2 mesi in base alla struttura da realizzare. Una volta individuata la tipologia di scala più idonea, è dunque indispensabile ordinarla per tempo, essendo certi delle misure fondamentali quali interpiano, larghezza dei vani e possibili elementi di disturbo in fase di installazione, quali riscaldamento a pavimento nella zona sottostante la scala, presenza di cavi elettrici o di tubature nelle murature a cui andrà ancorata la struttura.